Autore: betterfutsalcoaching

In arrivo l’ultima Super Luna dell’anno

Fra la notte del 13 e il 14 Dicembre è in arrivo l’ultima Super Luna del 2016. 

La Super Luna, più luminosa fino al 30% rispetto ad una normale Luna piena, identifica un giorno in cui la Luna raggiunge la minor distanza dalla Terra. La distanza Terra – Luna varia da 356.000 a 406.000 km.

Rispetto alla precedente Super Luna del 2016, quest’ultima, sembrerà più piccola del 1%. Una differenza impercettibile.

Per chi volesse fotografarla: il momento migliore sono il tramonto e l’alba.

Voyager 1

In questo breve post vorrei parlare dell’oggetto costruito dall’uomo che si trova alla maggior distanza dalla terra: la sonda Voyager 1.

Questa sonda spaziale è stata lanciata dalla NASA, da Cape Canaveral, nel 1977.

Grazie alla sua orbita furono sfiorati, e studiati molto da vicino, tra il 1979 ed il 1980, i pianeti giganti Giove e Saturno.

In particolare vennero scoperti vulcani di zolfo su Io, uno dei satelliti di Giove. Inoltre, venne fotografata la struttura complessa degli anelli che circondano Saturno, in seguito proseguì verso i confini più profondi e remoti del sistema solare.

Nel 1990 scattò una famosissima foto “Pale Blue Dot” dalla quale si riusciva a vedere la terra immortalata come un puntino blu della grandezza di un pixel.

Sulla Voyager  è installato un disco placcato in oro contenente immagini e suoni della Terra.

Nel 2016 ha raggiunto l’incredibile distanza di circa 21 miliardi di Km dal Sole, attualmente si troverebbe in una zona di collegamento magnetico tra il sistema solare e lo spazio interstellare.

La sonda smetterà definitivamente di funzionare nel 2025.

Scoperti su Marte i primi batteri alieni?

La notizia ha dell’incredibile, grazie a un guasto del Robot Spirit, mentre si trovava nei paraggi di Home Plate (su Marte), la sua ruota danneggiata, come se fosse un aratro, ha effettuato un improvvisato scavo artigianale e sono stati portati alla luce depositi di silice circondati da strutture composte di silice. Esistono delle forti analogie con ciò che accade sulla terra, in Cile, a El Tatio, dove delle strutture geologiche sono state modellate da batteri nelle sorgenti termali. Per via di tali affinità si sospetta che tali depositi siano nati per effetto delle temperature, per l’esposizione ai raggi ultravioletti e per l’azione modellatrice di microrganismi. 

Siamo per la prima volta di fronte a forme di vita (batteri) aliene? 

Per le conferme ed ulteriori studi scientifici bisognerà attendere il 2020.

“Prossima fermata: Alpha Centauri”

Cari Amici, come è noto, la luce viaggia nel vuoto all’incredibile velocità di 300.000  km/sec.

Una velocità che ci consentirebbe di affrontare, con minor difficoltà, i lunghissimi viaggi interstellari, ma che rappresenta un traguardo difficilmente raggiungibile nel medio-lungo periodo, sulla base delle attuali conoscenze  tecnologiche.

Vero, o forse non del tutto…

Infatti, attraverso un progetto ambiziosissimo, teorizzato dall’astrofisico Stephen Hawking e finanziato dal miliardario Yuri Milner,  l’uomo sarà in grado di realizzare, nel giro di non troppi anni, delle minuscole navi spaziali che saranno in grado di raggiungere in 20 anni, a 1/5 della velocità della luce, Alpha Centauri, la stella più vicina alla Terra distante solo 4,3 anni luce.

La “astronave”, o meglio le “astronavi” (ne saranno lanciate un centinaio), saranno grandi quanto un froncobollo, saranno equipaggiate di fotocamere, di equipaggio trasmissione dati, batterie, propulsore e di una vela spaziale. Raggiungeranno la loro velocità massima grazie alla spinta di raggi laser emessi direttamente da una serie di antenne posizionate sulla terra.

Il primo passo verso Alpha Centauri sta per essere mosso…